giovedì, 12 gennaio 2017

Lucca, Regolamento Primarie PD per le elezioni amministrative 2017

REGOLAMENTO PER LE PRIMARIE
DEL PARTITO DEMOCRATICO DEL COMUNE DI LUCCA
PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2017
Il commissario dell’Unione comunale di Lucca alla luce della scelta di procedere con
primarie di partito per la scelta del candidato a Sindaco adotta il seguente regolamento.
Art. 1
1. Le primarie per la selezione delle candidature per la carica di Sindaco alle elezioni amministrative del 2017 sono convocate per una domenica in una data compresa fra il 19 feb braio ed il 5 marzo 2017 come stabilito dalla direzione regionale PD.
2. I seggi rimarranno aperti dalle ore 8.00 alle ore 22.00.
3. È previsto il contributo di due euro da parte di ogni votante, esclusi coloro che risulteranno regolarmente iscritti al Partito Democratico al momento del voto. La somma totale di tali contributi dovrà essere interamente rendicontata dal comitato organizzatore in merito al suo impiego e tale rendicontazione dovrà essere pubblica e trasparente.
Art. 2
1. Nel caso di primarie di Partito, alla luce della disponibilità alla ricandidatura manifestata dal sindaco uscente ed ai sensi dell’articolo 18 comma 5 dello statuto nazionale PD, altre candidature possono essere avanzate da iscritti PD all’Unione comunale in regola con l’iscrizione al 2016 in numero pari almeno al 15 % degli iscritti per l’anno 2015, ovvero 100 iscritti.
Art. 3
1. Entro 24 ore dalla pubblicazione del presente regolamento il commissario dell’Unione
Comunale nomina il Comitato Organizzatore delle primarie con sede presso il PD Territoriale di Lucca.
2. Il Comitato Organizzatore viene composto da 5 membri, nel rispetto del pluralismo interno.
3. Il Comitato deve avere un coordinatore che si occupi di convocare e organizzare i lavori
del Comitato stesso.
4. Il Comitato Organizzatore viene integrato da un delegato per ciascun candidato ammesso
alle Primarie.
5. Il Comitato, nello svolgimento dei lavori e nelle decisioni che assume, si inspira al principio della ricerca del più ampio consenso.
6. Il Comitato Organizzatore: sovrintende allo svolgimento dei lavori, accerta i requisiti di
ammissione delle candidature e la regolarità delle firme raccolte, ufficializza la lista dei
candidati ammessi e non ammessi alle Primarie.
7. Entro 7 giorni prima della data di svolgimento delle primarie, il Comitato Organizzatore
deve provvedere a definire la localizzazione dei seggi per darne la massima pubblicizzazione.
8. I seggi saranno costituiti da almeno due scrutatori e un Presidente, possono assistere alle
operazioni di voto un rappresentante di lista effettivo ed uno supplente nominati dai candidati ammessi alle primarie entro l’apertura delle operazioni di voto.
9. È cura del Comitato Organizzatore, supportato dal Coordinamento Territoriale di Lucca,
predisporre il materiale e la modulistica necessaria allo svolgimento delle Primarie: schede di voto, verbali, ricevute per i contributi economici, modulistica albo degli elettori e modulistica per la raccolta delle candidature e delle sottoscrizioni a sostegno delle candidature medesime.
10. Il materiale relativo alle operazioni di voto e gli incassi economici dovranno essere consegnati la sera stessa dai presidenti di seggio al Comitato Organizzatore comunale.
11. Le iniziative di presentazione delle primarie sono coordinate dal Comitato organizzatore,
che ne assicura il corretto svolgimento, con i seguenti obiettivi: favorire la più ampia partecipazione al voto; promuovere la conoscenza del programma del Partito Democratico; trasmettere un messaggio unitario; promuovere in egual modo tutte le candidature e le rispettive dichiarazioni d’intenti.
Art. 4
1. Possono candidarsi alle primarie per la carica di Sindaco i cittadini in possesso dei requisiti di legge che li rendano eleggibili a tali cariche, la cui candidatura non sia in contrasto con il Codice etico del PD e che abbiano sottoscritto, oltre al presente Regolamento, il Codice etico e lo Statuto nazionale del Partito democratico.
2. Le candidature devono essere sottoscritte su appositi moduli predisposti dal Comitato organizzatore e presentate allo stesso entro le ore 20:00 del ventesimo giorno antecedente alla data di svolgimento delle primarie, i moduli saranno disponibili anche sul il sito web del PD territoriale di Lucca.
3. Le candidature sono valide se accompagnate da un’autocertificazione circa il soddisfacimento dei requisiti previsti dallo statuto e dal codice etico.
4. I candidati all’atto della sottoscrizione dell’autocertificazione, sottoscrivono altresì l’impegno a rispettare l’esito delle primarie, a sostenere il vincitore in caso di sconfitta e, per il candidato vincente, a coinvolgere l’altro/gli altri candidato/candidati nel percorso verso le elezioni amministrative. Il Sindaco uscente che ha manifestato nei termini la propria disponibilità a ricandidarsi sottoscrive il medesimo impegno entro il termine previsto al
comma 2 per la presentazione delle sottoscrizioni delle candidature degli altri candidati.
5. Le sottoscrizioni non hanno bisogno di autenticazione e si ritengono valide se raccolte in
presenza di iscritti al Partito Democratico che ricoprano uno dei seguenti incarichi: Parlamentare nazionale o europeo, consigliere o assessore regionale, consigliere provinciale, consigliere o assessore comunale del comune di Lucca. Tali figure istituzionali possono svolgere la funzione di autenticatori purché non siano candidati alle primarie.
6 Il sindaco uscente che ha già manifestato la sua disponibilità a candidarsi per la presentazione della candidatura alle primarie non deve raccogliere le sottoscrizioni fra gli iscritti.
7. Il Comitato Organizzatore procede alla verifica della documentazione di presentazione
delle candidature, della validità delle sottoscrizioni e della loro congruità rispetto ai requisiti quantitativi nonché della correttezza della documentazione richiesta.
8. Il Comitato Organizzatore può eventualmente accordare quarantotto ore di tempo ai candidati per integrare la documentazione richiesta dai regolamenti.
9. Trascorse le quarantotto ore dalla scadenza del termine per la presentazione delle candidature, in mancanza di ricorsi o contestazioni, il Comitato Organizzatore rende noti i nomi dei candidati alle primarie.
10. In caso di ricorsi, il Comitato Organizzatore li devolve al Collegio dei Garanti del livello
territoriale immediatamente superiore, che decide in unica e inappellabile istanza entro
quarantotto ore.
11. Terminate tutte le operazioni della presentazione dei candidati, il Comitato Organizzatore stabilisce mediante sorteggio, da effettuarsi alla presenza dei candidati o loro delegati, il numero d’ordine da assegnare a ciascun candidato. I nomi dei candidati saranno riportati sulle schede e su qualsiasi altro materiale prodotto per la campagna d’informazione secondo l’ordine assegnato dal sorteggio.
12. Nel caso in cui alla luce della disponibilità a candidarsi manifestata dal sindaco uscente non sia stata avanzata nessun’altra candidatura (nei tempi e nei modi previsti dal presente regolamento) alla carica di Sindaco, non si svolgono le Primarie e tale candidatura diviene automaticamente quella del Partito Democratico alle elezioni.
13. Nel presente regolamento, per ‘iscritti che possono sottoscrivere una candidatura’ si intende gli iscritti 2015 al Partito Democratico che hanno rinnovato la tessera nel 2016 e i nuovi iscritti 2016 che hanno aderito al PD entro la data di adozione del presente regolamento.
Art. 5

1. Come indicato dal PD nazionale e Regionale, si riserva la possibilità di partecipare al voto ai cittadini in possesso dei requisiti previsti dall’art. 48 della Costituzione, possono quindi partecipare alle primarie le persone che alla data di svolgimento delle stesse abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, già registrate nell’Albo degli elettori del Partito Democratico o che, cittadine e cittadini italiani nonché cittadine e cittadini dell’Unione Europea residenti nel territorio comunale, iscritti e non iscritti al Partito Democratico, dichiarino di riconoscersi nella proposta politica del Partito, di sostenerlo alle elezioni, e accettino di essere registrate nell’Albo pubblico delle elettrici e degli elettori al momento del voto.

2. Per essere ammessi al voto occorre esibire al seggio un documento di identità e/o la tessera elettorale.

3. Ogni elettore può votare solo nel seggio che include la propria sezione elettorale esprimendo un’unica preferenza in corrispondenza del candidato prescelto.
Art. 6
1. Le primarie di Partito, si svolgono con il metodo della maggioranza relativa.
Art. 7
1. Ai fini della trasparenza è fatto obbligo a ciascun candidato di comunicare al Comitato Organizzatore ogni contributo, diretto o indiretto superiore a € 100,00 (cento euro) con un tetto massimo complessivo di spese di € 25.000,00 (venticinquemila euro), nonché di rendere disponibile al Comitato Organizzatore tutta la documentazione relativa alle entrate ed alle spese.
2. Ai fini della sobrietà della campagna elettorale e della riduzione dei costi della politica, è fatto assoluto divieto ai candidati ed ai loro sostenitori di ricorrere all’affissione di manifesti che superino la dimensione standard di 70×100 cm ed all’acquisto di spazi di propaganda sui media locali e nazionali.
La propaganda elettorale attraverso siti web o altri mezzi di comunicazione elettronica
ovvero la stampa di materiale informativo è sempre consentita, nel rispetto della normativa generale applicabile.
A tutti i mezzi di propaganda di cui al presente regolamento si applicano in ogni caso i limiti previsti dalla normativa vigente in materia di propaganda elettorale per l’elezione della Camera dei deputati.

Categoria: , Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *